L’infinito sfocato: chi legge Leopardi?

Il 2019 è cominciato da pochi mesi, gentilmente offerto dalle più svariate previsioni astrologiche e da individuali buoni propositi irrealizzabili. Questo in particolare si è aperto, però, con un’inedita e condivisa attenzione per un anniversario letterario. Nel 1819 Giacomo Leopardi metteva insieme, forse senza saperlo, il componimento italiano più letto, studiato, e ricordato dagli italiani: L’infinito.

(altro…)

OBSOLESCENZA PROGRAMMATA, IL PREZZO DEL PROGRESSO?

Smartphone, tablet, console, GPS, televisione, PC, laptop. Quotidianamente ogni individuo impiega uno o più di questi dispositivi ed è, in tal modo, ripetutamente costretto a fare i conti con i malfunzionamenti o l’usura a cui, per natura, sono soggetti. Dietro questi stessi problemi, propri di ogni dispositivo tecnologico, si cela un astuto stratagemma attuato dalle aziende, figlio della cinica politica del consumismo.

(altro…)