Cos’è Bagarì

bagarì edizioni: chi siamo

Bagarì Edizioni nasce a Napoli nel 2018, come casa editrice fortemente votata al principio di sperimentazione

Attraverso la narrativa contemporanea, i classici inediti, la saggistica, la poesia e l’arte realizza l’ideale poetico di fusione di parola e immagine. I suoi libri si inseriscono nella realtà che autori e illustratori denunciano, sondano, riscoprono e descrivono. Sono lo strumento attivo di emancipazione culturale e sociale dalla barbarie di un tempo in cui il lavoro è precario, il consumismo è estremo, i cervelli fuggono e i criminali restano.

Realizzare un progetto di elevato livello culturale, nel rispetto e nella tutela del lavoro di tutti, riscattare il territorio in cui opera e i giovani che vi appartengono, creare spazi per la condivisione del libro a contatto diretto con i lettori è la sua ambizione.

Perché il nome Bagarì? La bagaria è una parola della parlesia napoletana e indica uno spettacolo non preparato, estemporaneo, che a volte può avere esiti disastrosi. Infatti, Bagarì Edizioni affonda le proprie origini dal gruppo editoriale un po’ sgangherato Hey, Pachuco!, sorto nel 2012. Da allora, illustratori, scrittori acerbi, grafici editoriali e pubblicitari, ricercatori in campo filosofico e filologico, artigiani rilegatori e stampatori partecipano alla realizzazione di una forma linguaggio artistico di cui l’immediatezza del “colpo d’occhio” è l’elemento peculiare.

Ecco perché Bagarì costruisce la propria identità attorno all’universalità di generi e aree tematiche, allo scopo di diffondere idee di progresso culturale